Linee Vita: quesiti e obblighi

Linee vita, quesiti e obblighi spesso disattesi

Sono passati circa dieci anni da quando le prime leggi ed i primi regolamenti in Lombardia ed in Toscana hanno introdotto l’obbligo, in occasione della costruzione di edifici nuovi o di manutenzioni straordinarie, di installare sui tetti, di dispositivi permanenti a garanzia della sicurezza durante i successivi lavori in quota.

Il termine Linea vita deriva dall’inglese (life-line) e spesso è diventato sinonimo per estensione, a volte impropria, di tutta una famiglia di dispositivi.

I DPI necessari all’uso specifico sono composti da diversi elementi, non necessariamente presenti contemporaneamente, conformi alle norme tecniche, quali i seguenti:

  • A) assoribitori di energia
  • B) connettori
  • C) dispositivi di ancoraggio
  • D) cordini
  • E) dispositivi retrattili
  • F) guide o linee vita flessibili
  • G) guide o linee vita rigide
  • H) imbracature

 Il termine linea vita non compare nelle norme tecniche di riferimento, come definizione di un prodotto. Che cosa è una norma tecnica?

Le norme tecniche sono quei documenti che definiscono le caratteristiche, le prestazioni, i metodi di prova di prodotti, processi e servizi, fornendo anche un glossario sui termini da utilizzare.

Le norme tecniche in genere sono elaborate a livello internazionale (ad esempio la ISO International Standard Organization) o a livello continentale (CEN, Council for European Normative) o locale UNI (Ente di unificazione italiano).

Le norme tecniche più conosciute sono:

la UNI EN 795 e la UNI 11578 parlano di “linee di ancoraggio flessibili/rigide orizzontali“.

La norma tecnica UNI 11560 tratta invece progettazione e dell’installazione, parla di “ancoraggi lineari” e di “sistemi ancoraggi lineari“.

Nel testo unico sulla sicurezza nei luoghi di lavoro D.lgs 81/08 Attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123, in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, all’articolo 115 Sistemi di protezione contro le cadute dall’alto, le linee vita sono inserite in un elenco piuttosto variegato di prodotti, senza che ne sia data una definizione ben precisa.

In molte leggi regionali si parla infine di “linee di ancoraggio”, in coerenza con le norme tecniche sopra citate.

Cos’è in pratica una linea vita?

Non essendoci una definizione ben precisa possiamo riferirci a cosa si intende normalmente: una linea, ovvero un cavo o un binario rigido, orizzontale, inclinato o verticale, su cui scorre un elemento di connessione, come un moschettone, una navetta, un carrello…collegato all’imbracatura indossata da un operatore debitamente formato all’utilizzo dei DPI di III categoria. Articolo del Dott. Ing. Francesco Magnano

Scarica l’articolo e continua a leggere

Nessun commento

Spiacenti, non è possibile inserire commenti adesso

logo

S&L Srl

Via G. Bovini 41

48123 Ravenna


P.IVA 02051500391

Cap.Soc. € 10.000,00

Reg.Imp. RA n.167253 R.E.A. 167253


Copyright © 2017 www.sicurezzaoggi.com

All rights reserved

Powered by Fadpro

Contatti

Email: info@sicurezzaoggi.com

Tel.: +39 0544 465497

Cell.: +39 333 1182307

Fax: +39 0544 239939