Nuovo regolamento sulla produzione e etichettatura dei prodotti biologici

Nuovo regolamento relativo alla produzione biologica e all’etichettatura dei prodotti biologici

Questo nuovo regolamento ,che abroga il Reg. (CE) n. 834/2007 del Consiglio, è volto a incoraggiare lo sviluppo sostenibile della produzione biologica nell’UE e a garantire una concorrenza leale per gli agricoltori e gli operatori, prevenendo frodi e pratiche sleali e migliorando allo stesso tempo la fiducia dei consumatori nei prodotti biologici.

I terreni agricoli biologici sono più che raddoppiati nell’ultimo decennio e sono ancora in crescita. Grazie alle nuove norme adottate oggi dal Consiglio, il settore biologico potrà continuare a prosperare e i consumatori aumenteranno la propria fiducia nei prodotti biologici che acquisteranno, certi che saranno di altissima qualità.

Le precedenti norme riguardanti la produzione biologica erano disomogenee tra i vari Stati membri dell’UE, in quanto includevano una vasta gamma di pratiche molto diverse di stato in stato. Perciò si è reso necessario un nuovo quadro legislativo per regolamentare un settore in rapida crescita con norme chiare e stabili e consentire ai produttori biologici di competere tra loro in modo equo. Inoltre, grazie alle nuove regole, i consumatori che acquistano un prodotto con il logo biologico dell’UE saranno sicuri di ottenere la stessa qualità in tutta l’UE.

Pertanto dal  1° gennaio 2021:

  • le norme di produzione saranno semplificate e ulteriormente armonizzate attraverso la graduale eliminazione di una serie di eccezioni e deroghe;
  • il sistema di controllo sarà rafforzato grazie a misure precauzionali più rigorose e attenti controlli lungo l’intera filiera alimentare;
  • i produttori dei paesi terzi dovranno rispettare lo stesso insieme di norme di coloro che producono nell’UE;
  • l’ambito delle norme organiche sarà ampliato per coprire un elenco più vasto di prodotti (ad esempio sale, sughero, cera d’api, foglie di viti, cuori di palme) e verranno stabilite regole di produzione aggiuntive (che riguarderanno animali quali cervi, conigli e pollame);
  • ottenere la certificazione sarà più facile per i piccoli agricoltori grazie ad un nuovo sistema di certificazione di gruppo;
  • ci sarà un approccio più uniforme per ridurre il rischio di contaminazione accidentale da pesticidi;
  • saranno eliminate le deroghe per la produzione in letti delimitati in serre.

Il nuovo regolamento sarà a breve pubblicato nella GUUE e si applicherà dal 1° gennaio 2021. La bozza è consultabile qui.

Fonte ASL Modena   Photo by Roman Davayposmotrim on Unsplash

Nessun commento

Spiacenti, non è possibile inserire commenti adesso

logo

S&L Srl

Via G. Bovini 41

48123 Ravenna


P.IVA 02051500391

Cap.Soc. € 10.000,00

Reg.Imp. RA n.167253 R.E.A. 167253


Copyright © 2017 www.sicurezzaoggi.com

All rights reserved

Powered by Fadpro

Contatti

Email: info@sicurezzaoggi.com

Tel.: +39 0544 465497

Cell.: +39 333 1182307

Fax: +39 0544 239939