Sicurezza “fai da Te”, la Cassazione condanna la Dirigente scolastica

Dirigente Scolastica responsabile per l’incidente avvenuto a scuola anche se non si tratta di un alunno.

I supremi giudici della Corte di Cassazione hanno spiegato che il dirigente scolastico è responsabile della sicurezza degli allievi – la cui incolumità non può essere garantita da “misure artigianali” come i lucchetti – come se si trattasse di suoi dipendenti, e le scuole vanno considerate come luoghi di lavoro. E non importa se il “preside” non è il proprietario e non ha poteri di spesa per tamponare i rischi.

Sembrerebbe che poco importa se l’Ente Proprietario rinvia da pochi mesi o anni la messa a norma dell’edificio, se per motivi economici procrastina la riparazione o manutenzione di locali, impianti, finestre, pavimenti, solai, porte, vetri, parapetti e giochi, si potrà sempre trovare qualcuno che pagherà al suo posto.

Escludendo i rischi apportanti dall’immobile e dagli impianti , la cui messa a norma e manutenzione è a carico dell’Ente proprietario, non molto rimane a carico del Dirigente Scolastico che con poche risorse deve provvedere alla didattica, al funzionamento dell’Istituto, e ad affrontare imprevisti che di “rimbalzo” lo coinvolgono.

Leggi articolo Fonte “La Tecnica della scuola” . Photo by John Salvino on Unsplash

 

 

Nessun commento

Spiacenti, non è possibile inserire commenti adesso

logo

S&L Srl

Via G. Bovini 41

48123 Ravenna


P.IVA 02051500391

Cap.Soc. € 10.000,00

Reg.Imp. RA n.167253 R.E.A. 167253


Copyright © 2017 www.sicurezzaoggi.com

All rights reserved

Powered by Fadpro

Contatti

Email: info@sicurezzaoggi.com

Tel.: +39 0544 465497

Cell.: +39 333 1182307

Fax: +39 0544 239939