Amministratore condominiale, compiti, obblighi e responsabilità nella tutela della salute e sicurezza delle persone.

 

Per garantire la sicurezza all’interno di un condominio, indipendentemente dal fatto che quest’ultimo costituisca una zona d’accesso alle parti comuni o un luogo di lavoro, è obbligatorio che rispetti le vigenti normative in materia di tutela della salute e sicurezza dei lavoratori.

All’interno degli spazi di pertinenza di un condominio vi sono diverse persone che possono accedere a varie aree, ove lavorano diverse figure professionali: si va infatti dagli addetti alle pulizie ai giardinieri, manutentori di ascensori ed impianti, e così via. Inoltre, talvolta effettuano l’accesso anche figure occasionali, richieste per dei lavori specifici di manutenzione straordinaria oppure ordinaria.

È per l’insieme di queste figure professionali che il tuo condominio può essere visto come una vera e propria azienda, la quale svolge un’attività lavorativa complessa al suo interno e dove l’amministratore della struttura può essere considerato come il responsabile dei lavori, o il “Datore di lavoro”.

Occorre che sia garantita la tutela della salute e sicurezza di tutte le persone che lavorano all’interno del condominio, condizioni che devono essere garantite per le sue competenze dall’amministratore condominiale. Ad esempio, è possibile che l’amministratore in alcuni casi di incidenti venga ritenuto responsabile, come ad esempio in caso di omessa rimozione di pericolo o il mancato adeguamento.

Oltretutto occorre osservare tutte le norme correlate ai condomini, come le misure della sicurezza antincendio così come la conformità degli impianti a gas ed elettrici, la verifica ascensori e impianti di messa a terra, ecc. La mancanza di questi fattori potrebbe infatti portare a delle cause penali o civili qualora si verificassero degli incidenti. L’amministratore deve tenere conto della manutenzione della canna fumaria, in quanto potrebbe verificarsi un caso di avvelenamento da monossido di carbonio e, anche in questo caso, in quanto amministratore potrebbe essere ritenuto responsabile.

Generalmente quindi, l’amministratore ha la responsabilità di tutelare il proprio condominio e di garantire la salute e le condizioni di qualsiasi fattore componente la struttura; ha anche il compito di segnalare eventuali lavori di adeguamento per la rimozione o riduzione del rischio.

Il condominio come luogo di lavoro

Il condominio può anche essere una struttura lavorativa con più figure ed attività professionali in funzione, di cui è responsabile l’amministratore.

Quest’ultimo, a seconda dei casi, può essere considerato un datore di lavoro ed è pertanto soggetto a delle specifiche norme di protezione e prevenzione.

Qualora invece l’amministratore decida di affidarsi ad un’impresa o ad un lavoratore autonomo, verrà considerato come responsabile della verifica dell’idoneità di quelle figure professionali scelte: è quindi obbligatorio richiede l’apposita documentazione di conformità.

In quest’ultimo caso, se il lavoratore o l’impresa in questione viene identificato, l’amministratore sarà comunque tenuto a coordinare con le figure professionali apposite e stabilire quindi quali siano gli interventi di protezione, aiutare nella coordinazione delle attività e prevenire i rischi.

Inoltre, l’amministratore che deciderà di affidarsi ad un unico lavoratore autonomo o ad un team, dovrà affrontare i seguenti passaggi:

  • Richiesta di un piano operativo di sicurezza;
  • Verifica dell’idoneità tecnica e professionale dei lavoratori;
  • Verifica del pieno rispetto delle norme di sicurezza;
  • Verifica del rispetto delle norme di sicurezza quando più imprese sono coinvolte;
  • Nomina del coordinatore per la sicurezza qualora vi siano più imprese coinvolte in un’attività.

Quindi per un amministratore oppure un lavoratore di un condominio, è fondamentale sapere che questa figura può essere ritenuta responsabile dal momento in cui non siano stati effettuati i controlli adeguati e stabiliti dalle norme, o vi siano omissioni riguardanti la verifica della corrispondenza ai criteri tecnici standard di sicurezza. Photo by Waranont (Joe) on Unsplash

Nessun commento

Spiacenti, non è possibile inserire commenti adesso

logo

S&L Srl

Via G. Bovini 41

48123 Ravenna


P.IVA 02051500391

Cap.Soc. € 10.000,00

Reg.Imp. RA n.167253 R.E.A. 167253


Copyright © 2019 www.sicurezzaoggi.com

All rights reserved

Contatti

Email: info@sicurezzaoggi.com

Tel.: +39 0544 465497

Cell.: +39 333 1182307

Fax: +39 0544 239939

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Send this to a friend