In tempi di crisi, la solidarietà tra lavoratori e datori di lavoro è fondamentale, afferma l’ILO

GINEVRA (Notizie ILO) – Gli sforzi collettivi e la solidarietà tra le organizzazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori è fondamentale per rispondere efficacemente all’impatto della pandemia di COVID-19 nel mondo del lavoro, secondo un nuovo rapporto dell’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO).

COVID-19 ha messo a repentaglio la salute e la sicurezza di milioni di persone in molte parti del mondo e ha esercitato un’enorme pressione su imprese, lavoro e mezzi di sussistenza. In situazioni di crisi, la collaborazione e il dialogo tra i datori di lavoro e le organizzazioni di appartenenza alle imprese (EBMO) e le organizzazioni dei lavoratori possono favorire il progresso economico e sociale e consentire una ripresa accelerata.

Lo studio, Gestire i conflitti e i disastri: esplorare la collaborazione tra le organizzazioni dei datori di lavoro e dei lavoratori, evidenzia casi specifici in cui le azioni congiunte (e talvolta spontanee) intraprese dalle parti sociali hanno contribuito a mitigare alcune delle peggiori conseguenze delle catastrofi naturali e di origine umana, accelerando Il recupero e il rafforzamento della resilienza per far fronte alle crisi future.

‘I dirigenti aziendali hanno un interesse acquisito per la pace e la stabilità e per essere ben preparati alle situazioni di crisi’, ha spiegato Deborah France-Massin, direttore dell’Ufficio per le attività dei datori di lavoro dell’OIL (ACT / EMP). “I sindacati, a loro volta, hanno un enorme potenziale di mobilitazione attraverso i loro membri; O fare pressioni per cambiamenti legislativi e costituzionali a favore della forza lavoro, o agire rapidamente ed efficacemente quando è richiesta assistenza umanitaria ‘.

La raccomandazione dell’ILO n. 205 sull’occupazione e il lavoro dignitoso per la pace e la resilienza (2017) è un utile riferimento in questo contesto, afferma il rapporto. Fornisce un quadro per l’elaborazione di risposte adeguate per affrontare le situazioni di crisi derivanti da conflitti o catastrofi.

In Costa d’Avorio, ad esempio, i lavoratori e i datori di lavoro hanno negoziato congiuntamente un meccanismo per alleggerire l’onere per i lavoratori temporaneamente sospeso in seguito a una grave recessione economica nel 2002, causata da un conflitto armato che ha effettivamente diviso il paese in due. Una soluzione per estendere il periodo di disoccupazione temporanea retribuita e altre misure ha contribuito a garantire il licenziamento del minor numero possibile di lavoratori, mantenendo al contempo la necessaria capacità lavorativa. La collaborazione è avvenuta attraverso un forum bipartito (la Commissione Indipendente Permanente del Dialogo) composto da rappresentanti delle organizzazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro.

Durante l’attuale crisi COVID-19, il dialogo sociale bipartito e le iniziative congiunte delle parti sociali in risposta a COVID-19 sono stati documentati in tutto il mondo, tra cui Belgio, Lettonia, Marocco, Pakistan, Spagna, Svezia e Uganda. Le parti sociali stanno rafforzando e integrando criticamente le azioni delle autorità e dei governi della sanità pubblica e confermando il loro ruolo nella mitigazione dei rischi e nella risposta alle situazioni di crisi.

‘La nostra speranza è che questo rapporto ispiri le organizzazioni delle parti sociali a livello globale sul ruolo unico e complementare che svolgono e possono svolgere in situazioni complesse di disastri e conflitti, nonché in pandemie come COVID-19’, ha affermato Maria Helena Andre, direttrice del Ufficio dell’ILO per le attività dei lavoratori (ACTRAV). ‘L’ILO continuerà a sfruttare la forza della nostra organizzazione – il nostro mandato normativo e il tripartismo – e incanalare le nostre risorse per sostenere questa agenda condivisa’. Fonte: ILO (International Labour Organization) Traduzione a cura di Mario Padroni 

Nessun commento

Spiacenti, non è possibile inserire commenti adesso

logo

S&L Srl

Via G. Bovini 41

48123 Ravenna


P.IVA 02051500391

Cap.Soc. € 10.000,00

Reg.Imp. RA n.167253 R.E.A. 167253


Copyright © 2019 www.sicurezzaoggi.com

All rights reserved

Contatti

Email: info@sicurezzaoggi.com

Tel.: +39 0544 465497

Cell.: +39 333 1182307

Fax: +39 0544 239939

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: