28 aprile – Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro

STOP ALLA PANDEMIA: sicurezza e salute sul lavoro possono salvare vite umane

Riconoscendo la grande sfida che i governi, i datori di lavoro, i lavoratori e le società intere stanno affrontando in tutto il mondo per combattere la pandemia di COVID 19, la Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro si concentrerà sull’affrontare lo scoppio di malattie infettive sul lavoro, in particolare sul Pandemia di COVID 19

La preoccupazione sta crescendo per il continuo aumento delle infezioni COVID 19 in alcune parti del mondo e la capacità di sostenere tassi in calo in altre. Governi, datori di lavoro, lavoratori e le loro organizzazioni affrontano enormi sfide nel tentativo di combattere la pandemia di COVID-19 e proteggere la sicurezza e la salute sul lavoro. Al di là della crisi immediata, vi sono anche preoccupazioni circa la ripresa dell’attività in modo da sostenere i progressi compiuti nel reprimere la trasmissione.

La giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro mirerà a stimolare il dialogo tripartito nazionale sulla sicurezza e la salute sul lavoro. L’ILO sta usando questo giorno per sensibilizzare sull’adozione di pratiche sicure nei luoghi di lavoro e sul ruolo che svolgono i servizi di sicurezza e salute sul lavoro (SSL). Si concentrerà inoltre sul medio-lungo termine, compresa la ripresa e la preparazione futura, in particolare integrando le misure nei sistemi e nelle politiche di gestione della SSL a livello nazionale e aziendale.

Background

Nel 2003, l’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) ha iniziato ad osservare la Giornata mondiale per sottolineare la prevenzione di infortuni e malattie sul lavoro, sfruttando i tradizionali punti di forza dell’OIL di tripartismo e dialogo sociale.

Questa celebrazione è parte integrante della strategia globale per la sicurezza e la salute sul lavoro dell’OIL, come documentato nelle conclusioni della Conferenza internazionale del lavoro del giugno 2003. Uno dei pilastri principali della strategia globale è la difesa, la Giornata mondiale per la salute e sicurezza nel lavoro è uno strumento significativo per aumentare la consapevolezza di come rendere il lavoro sicuro e sano e della necessità di aumentare il profilo politico della sicurezza e della salute sul lavoro.
Il 28 aprile è anche la Giornata commemorativa internazionale per i lavoratori morti e feriti organizzata in tutto il mondo dal movimento sindacale dal 1996.

Prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali

La giornata mondiale annuale per la sicurezza e la salute sul lavoro del 28 aprile promuove la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali a livello globale. È una campagna di sensibilizzazione volta a focalizzare l’attenzione internazionale sull’entità del problema e su come promuovere e creare una cultura della sicurezza e della salute può aiutare a ridurre il numero di decessi e infortuni sul lavoro.
Ognuno di noi è deve sentirsi responsabile nel tentativo di fermare di morti e feriti sul posto di lavoro. Come governi siamo responsabili della fornitura delle infrastrutture – leggi e servizi – necessarie per garantire che i lavoratori rimangano occupabili e che le imprese prosperino; Ciò include lo sviluppo di una politica e programma nazionale e un sistema di ispezione per far rispettare la legislazione e la politica in materia di sicurezza e salute sul lavoro. Come datori di lavoro siamo responsabili di garantire che l’ambiente di lavoro sia sicuro e salubre. Come lavoratori siamo responsabili di lavorare in sicurezza e di proteggerci e di non mettere in pericolo gli altri, di conoscere i nostri diritti e di partecipare all’attuazione delle misure preventive.

Rischi emergenti sul lavoro

I rischi professionali nuovi ed emergenti possono essere causati da innovazione tecnica o da cambiamenti sociali o organizzativi, quali:
Nuove tecnologie e processi di produzione, ad es. Nanotecnologia, biotecnologia
Nuove condizioni di lavoro, ad es. maggiori carichi di lavoro, intensificazione del ridimensionamento del lavoro, cattive condizioni associate alla migrazione per lavoro, posti di lavoro nell’economia informale
Forme di lavoro emergenti, ad es. Lavoro autonomo, esternalizzazione, contratti temporanei (precarietà).
Possono essere più ampiamente riconosciuti attraverso una migliore comprensione scientifica, ad es. gli effetti dei rischi ergonomici sui disturbi muscoloscheletrici e essere influenzati da cambiamenti nelle percezioni sull’importanza di determinati fattori di rischio, ad es. Gli effetti dei fattori psicosociali sullo stress da lavoro.

Dalle crisi passate abbiamo appreso che i luoghi di lavoro possono essere di vitale importanza per prevenire e controllare i focolai. Adeguate misure di sicurezza e di salute sul lavoro possono svolgere un ruolo cruciale nel contenere la diffusione della malattia, proteggendo nel contempo i lavoratori e la società in generale. Governi, datori di lavoro e lavoratori hanno tutti un ruolo da svolgere nella lotta alla crisi COVID-19 e la loro collaborazione è fondamentale. Fonte: Organizzazione delle Nazione Unite. Traduzione a cura di Mario Padroni

Nessun commento

Spiacenti, non è possibile inserire commenti adesso

logo

S&L Srl

Via G. Bovini 41

48123 Ravenna


P.IVA 02051500391

Cap.Soc. € 10.000,00

Reg.Imp. RA n.167253 R.E.A. 167253


Copyright © 2019 www.sicurezzaoggi.com

All rights reserved

Contatti

Email: info@sicurezzaoggi.com

Tel.: +39 0544 465497

Cell.: +39 333 1182307

Fax: +39 0544 239939

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: