COVID-19: Sostegno a imprese, posti di lavoro e redditi

L’ILO accoglie con favore un’azione comune per affrontare le minacce COVID-19 all’industria mondiale dell’abbigliamento. Datori di lavoro, lavoratori, rivenditori e grandi marchi formeranno un gruppo di lavoro internazionale – convocato dall’Organizzazione internazionale del lavoro – per affrontare i già gravi danni all’industria dell’abbigliamento causati dalla pandemia di COVID-19.

 

GINEVRA (ILO News) – L’Organizzazione internazionale del lavoro (ILO) ha accolto con favore l’invito all’azione da parte dei datori di lavoro e delle organizzazioni dei lavoratori del settore dell’abbigliamento, portando marchi e rivenditori a lavorare con governi e istituzioni finanziarie per affrontare la devastante perturbazione economica e la minaccia ai mezzi di sussistenza causati dal COVID- 19 pandemia.

L’invito all’azione riunisce le principali parti interessate del settore sulla scia di una perturbazione sociale ed economica senza precedenti che ha comportato la chiusura di fabbriche e negozi al dettaglio, malattie e una diffusa perdita di reddito e disoccupazione.

Questa iniziativa è stata annunciata in una dichiarazione congiunta dell’Organizzazione Internazionale dei datori di lavoro (IOE), della Confederazione internazionale dei sindacati (ITUC) e di IndustriAll Global Union.

Mira a mobilitare finanziamenti sufficienti per consentire ai produttori di garantire la continuità aziendale, il pagamento dei salari, nonché piani di sostegno al reddito e di mantenimento del lavoro per proteggere il reddito, la salute e l’occupazione dei lavoratori dell’abbigliamento.

L’Organizzazione internazionale del lavoro è profondamente preoccupata per la minaccia rappresentata da COVID-19 a milioni di posti di lavoro nel settore dell’abbigliamento globale”, ha dichiarato Guy Ryder, direttore generale dell’ILO. “Questa è una crisi senza precedenti che può essere risolta solo attraverso la solidarietà globale. La priorità deve essere quella di sostenere le imprese e proteggere i lavoratori. Al centro di ciò c’è un dialogo sociale efficace tra governi, organizzazioni dei lavoratori e dei datori di lavoro. Sollecitiamo tutti gli attori a seguire questa chiamata e ad adottare azioni congiunte che ci aiuteranno a evitare la catastrofe per l’industria ‘.

Datori di lavoro, lavoratori, rivenditori e grandi marchi coinvolti nella collaborazione formeranno un gruppo di lavoro internazionale – convocato dall’ILO – per attuare misure per limitare i danni causati dalla pandemia alle imprese e ai mezzi di sussistenza.

Il gruppo di lavoro si è inoltre impegnato a sostenere lo sviluppo e l’espansione dei sistemi di protezione sociale per lavoratori e datori di lavoro nel settore dell’abbigliamento nell’ambito della ripresa.

L’impatto economico della pandemia COVID-19 su questo settore critico richiede una risposta globale”, ha dichiarato il segretario generale IOE Roberto Suárez Santos. “IOE si unisce a questo invito all’azione con l’obiettivo di supportare la continuità aziendale e il sostentamento dei lavoratori nel settore dell’abbigliamento durante questo periodo dirompente. Questa è un’iniziativa volontaria che si concentra sulla mobilitazione dell’azione collettiva. Non mira a ignorare le parti interessate, le società e le organizzazioni che potrebbero non essere in grado di aderire. ‘

Il segretario generale dell’ITUC, Sharan Burrow ha sottolineato la necessità di cooperare. “Non possiamo permetterci la devastazione umana ed economica del crollo delle nostre catene di approvvigionamento globali e altri milioni nelle economie in via di sviluppo ricacciate nella povertà. Lavoro, reddito e protezione sociale sono i dividendi della continuità aziendale e questa dichiarazione richiede fondi di emergenza e protezione sociale per i lavoratori per garantire la sopravvivenza del settore nei paesi più poveri. La leadership e la cooperazione di tutte le parti interessate sono fondamentali per realizzare un futuro basato sulla resilienza e sul lavoro dignitoso”. Fonte: ILO (International Labour Organization) Traduzione a cura di Mario Padroni

Nessun commento

Spiacenti, non è possibile inserire commenti adesso

logo

S&L Srl

Via G. Bovini 41

48123 Ravenna


P.IVA 02051500391

Cap.Soc. € 10.000,00

Reg.Imp. RA n.167253 R.E.A. 167253


Copyright © 2019 www.sicurezzaoggi.com

All rights reserved

Contatti

Email: info@sicurezzaoggi.com

Tel.: +39 0544 465497

Cell.: +39 333 1182307

Fax: +39 0544 239939

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: