Infortunio dello studente incaricato di utilizzare un decespugliatore nell’azienda agricola annessa ad un istituto

Cassazione Penale sentenza n. 16824 del 2 maggio 2022. Infortunio dello studente incaricato di utilizzare un decespugliatore nell’azienda agricola annessa ad un istituto tecnico agrario.

 

– Con sentenza del 5 gennaio 2021, la Corte di appello di Roma ha confermato la sentenza emessa il 18 aprile 2019 dal Tribunale di Frosinone con la quale L.R., E.N. e V.M. sono stati ritenuti responsabili del reato di cui agli artt. 113, 590 commi 1 e 3 cod. pen., commesso in Frosinone il 9 giugno 2014, per avere provocato allo studente M.A. lesioni personali dalle quali è derivata una malattia di durata superiore ai 40 giorni.

L.R., E.N. e V.M. sono stati ritenuti responsabili del reato sopra indicato in cooperazione colposa tra loro – L.R. quale direttore della azienda agricola annessa all’Istituto Agrario xxxxxxxx e responsabile del servizio di prevenzione e protezione istituito in azienda, V.M. quale assistente tecnico addetto alla azienda agricola, E.N. quale operatore interno alla azienda – e condannati, con le circostanze attenuanti generiche valutate equivalenti all’aggravante contestata, alla pena, condizionalmente sospesa, di mesi uno e giorni quindici di reclusione ciascuno. Tutti gli imputati, inoltre, sono stati condannati, in solido tra loro e con il responsabile civile (Ministero per l’istruzione, l’università e la ricerca), al risarcimento del danno in favore della parte civile costituita, da liquidarsi in separato giudizio. Alla parte civile è stata assegnata una provvisionale, provvisoriamente esecutiva, di € 100.000,00.

-Il procedimento ha ad oggetto un infortunio verificatosi in una azienda agricola annessa ad un istituto tecnico agrario. Lo studente M.A. era stato incaricato di svolgere lavori di pulizia di un terreno facendo uso di un decespugliatore a lame rotanti e si infortunò per aiutare un altro studente, A.D., che stava utilizzando il decespugliatore, era scivolato e rischiava di essere colpito dalla lama. In particolare, M.A. cercò di afferrare l’asta dell’attrezzo e fu attinto al polso della mano sinistra dalla lama rotante riportando una ferita lacero contusa con lesione del nervo mediano ulnare.

Secondo la ricostruzione dei fatti fornita dai giudici di merito gli studenti furono incaricati di utilizzare il decespugliatore senza avere ricevuto alcuna istruzione o formazione preventiva e senza che il personale addetto all’azienda agricola fosse presente e fornisse loro assistenza. Al momento del fatto erano presenti in azienda E.N. e V.M. che sono stati ritenuti responsabili del reato per aver consegnato il decespugliatore agli studenti senza sovraintendere ai lavori e vigilare sull’utilizzo di tale attrezzo di lavoro. Non era presente, invece, L.R. che è stato ritenuto responsabile del reato per aver fatto consegnare il decespugliatore agli studenti ancorché i ragazzi non avessero ricevuto alcuna adeguata formazione rispetto all’utilizzo di un attrezzo così pericoloso……. scarica sentenza completa.

Fonte: Cassazione web

Nessun commento

Spiacenti, non è possibile inserire commenti adesso

logo

S&L Srl

Via G. Bovini 41

48123 Ravenna


P.IVA 02051500391

Cap.Soc. € 10.000,00

Reg.Imp. RA n.167253 R.E.A. 167253


Copyright © 2019 www.sicurezzaoggi.com

All rights reserved

Contatti

Email: info@sicurezzaoggi.com

Tel.: +39 0544 465497

Cell.: +39 333 1182307

Fax: +39 0544 239939

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: