Cassazione Penale, sentenza n. 30169 del 12 luglio 2023. Omessa predisposizione di sistemi di protezione da cadute dall’alto

Lavori in quota

1. La Corte di appello di Salerno l’11 ottobre 2022, in riforma della sentenza con cui il Tribunale di Salerno il 28 settembre 2021, all’esito del dibattimento, ha riconosciuto M.C. e MI.CI. responsabili del reato di lesioni colpose, con violazione della disciplina antinfortunistica, in conseguenza condannandoli alla pena di giustizia, oltre al risarcimento dei danni, in forma generica, nei confronti della parte civile, ha dichiarato non doversi procedere per essere il reato estinto per prescrizione, con conferma delle statuizioni civili.

2. I fatti, in estrema sintesi, come ricostruiti dai Giudici di merito.
Il 13 novembre 2013 G.M., operaio dipendente della società in nome collettivo “CMC”, di cui erano titolari l’odierno ricorrente M.C. e MI.CI., mentre lavorava, impegnato insieme ad altri due colleghi, a fissare una lamiera in ferro, stando in piedi sopra un trabattello posto a 1,52 metri da terra, in mancanza di opere provvisionali come cintura di sicurezza, reti o ponteggi, è rovinato a terra riportando lesioni guaribili in oltre quaranta giorni, in particolare un trauma cranio-encefalico determinante difficoltà di parola di grado moderato e demenza psichica tale da rendere la persona offesa non autosufficiente.
Si è ritenuto avere il datore di lavoro violato non già gli artt. 122 e 107 del D.lgs. 9 aprile 2008, n. 81, per avere cioè omesso di predisporre sistemi di protezione da cadute dall’alto in presenza di una quota superiore a due metri, come contestato originariamente nell’editto, per avere violato la regola cautelare di cui al punto n. 1.7.3. dell’allegato IV al d. lgs. n. 81 del 2008, ritenendosi il trabattello sopra il quale era l’operaio non già un piano di caricamento, che non richiede protezioni, ma un vero e proprio piano di lavoro, che postula sistemi di sicurezza, a prescindere dall’altezza, anche se inferiore a due metri da terra……… Scarica sentenza completa

Fonte: SentenzeWeb

Nessun commento

Spiacenti, non è possibile inserire commenti adesso

logo

S&L Srl

Via G. Bovini 41

48123 Ravenna


P.IVA 02051500391

Cap.Soc. € 10.000,00

Reg.Imp. RA n.167253 R.E.A. 167253


Copyright © 2019 www.sicurezzaoggi.com

All rights reserved

Contatti

Email: info@sicurezzaoggi.com

Tel.: +39 0544 465497

Cell.: +39 333 1182307

Fax: +39 0544 239939

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: